Uno scaldabagno è un prodotto fondamentale per il riscaldamento del sistema idrico. È possibile impiantarne uno (ma anche di più) in casa o nella nostra attività commerciale. In base alla tipologia dell’appartamento, alle esigenze del nucleo familiare, e alla grandezza della casa stessa possiamo scegliere uno scaldabagno in grado di soddisfare al meglio le nostre esigenze. Per poter funzionare al meglio lo scaldabagno necessita di essere posizionato strategicamente. Non solo una posizione ottimale ci assicura un corretto funzionamento dello stesso, ma può farci risparmiare molto a fine mese. I costi legati ai consumi e al trasporto dell’acqua si possono abbattere facendo una scelta intelligente. Questo articolo nasce come una vera e propria guida, di cui tenere conto quando ci accingiamo a posizionare uno scaldabagno in casa. Per ulteriori consigli simili, sempre inerenti agli scaldabagno, si possono trovare qui.

Generalmente uno scaldabagno viene collocato in bagno appunto, oppure all’esterno della casa (spesso in terrazzo, se ne disponiamo). Meno conosciuti e diffusi invece quelli da cucina: sono prodotti da tenere in questo ambiente, e servono a scaldare l’acqua che usiamo nella stanza. Possono essere di 2 tipi: sopralavello e sottolavello, in base a dove sono posizionati di preciso. Tutti e due i modelli sono piccoli, e possono contenere una quantità di acqua limitata. Le loro dimensioni ridotte sono dovute al fatto che vanno installati in un ambiente piccolissimo e poco spazioso.

Qualora decidessimo di installare l’impianto in bagno allora sarà bene tenere in considerazione alcuni fattori. Per prima cosa proviamo a mettere lo scaldabagno in prossimità della lavatrice o della doccia (o vasca da bagno). Così facendo avremo un minor consumo di acqua, che non dovrà attraversare molta strada per giungere direttamente al luogo di destinazione. Inoltre ci sarà una minore dispersione di calore. Il tutto si traduce in risparmio in bolletta, economico e di consumi.

Se per esigenze di spazio invece dobbiamo posizionare l’apparecchio all’esterno della casa assicuriamoci che sia protetto. Sole, pioggia, vento e intemperie infatti potrebbero lesionarlo irreparabilmente. Optiamo per un piccolo pensile, che possa tenerlo al sicuro dagli agenti atmosferici, in modo tale che il prodotto possa durare a lungo.

19 novembre 2019