La manutenzione è sempre una buona abitudine, a maggior ragione in una bistecchiera che va pulita dopo l’uso. In presenza di incrostazioni, si deve lasciare a ‘bagnomaria’ per qualche minuto in acqua tiepida e solo dopo che si è raffreddata procedere a rimuovere con una spugna lo sporco residuo e completare l’operazione asciugandola con un canovaccio pulito. Nel pulire la bistecchiera antiaderente si indugi sui solchi fra righe rilevate o scanalature perché lì si annida maggiormente lo sporco, aiutandosi se necessario con un dito rivestito con lo strofinaccio da far scivolare avanti e indietro per rimuovere ogni traccia di incrostazione, ma senza usare il detersivo per i piatti e senza mettere la bistecchiera in lavastoviglie. L’uso del detersivo è sconsigliato perché potrebbe contribuire a togliere o danneggiare lo strato antiaderente. Asciugare sempre a mano la bistecchiera, senza esporlo a una fonte di luce o dove batte il sole, in quanto potrebbe arrugginirsi.

Se non si riesce a preservarla e già è rugginosa, allora qualcosa si può ancora fare per salvarla. Cosa, nella fattispecie? Si può provare a rimuovere la ruggine versandoci sopra del sale (meglio quello grosso) e fare un composto con acqua calda e, in alternativa al sale del bicarbonato. Fatta questa miscela, si lascia agire per qualche minuto e poi si prova a spazzolare con delle spazzole apposite che vanno strofinate fino a che non viene via lo strato di ruggine. Una volta liberata dalla ruggine, si può trattare la bistecchiera con una passata d’olio.

Se si fa attenzione e mettendo in atto qualche piccolo ma efficace stratagemma, la bistecchiera può tornare a brillare e ad assisterci in altre grigliate per molto altro tempo ancora. L’usanza di oliare la bistecchiera non in fase di cottura, che come abbiamo visto non è necessario, anzi è sconsigliato perché la peculiarità della bistecchiera è proprio quella di cuocere senza grassi, si rileva utile dopo averla pulita e asciugata. Qualche gocciolina d’olio spalmata sul fondo basterà a far durare più a lungo la bistecchiera, meglio ancora se dopo oliata la si mette in forno capovolta, togliendola solo quando sarà raffreddata e pronta per una nuova grigliata.

28 febbraio 2020